Uncategorized

A CONCLUSIONE DI UN LUNGO VIAGGIO

ENZO PANDOLFI019

CENTRO SOCIALE

ORSOMARSO

A CONCLUSIONE DI UN LUNGO VIAGGIO

A seguito dello sfratto impostoci dal Sindaco, il Centro Sociale si ferma. Il materiale in dotazione è stato affidato ad alcuni soci nell’eventualità che l’Associazione possa riprendere la sua attività.

 

Qualche parola per salutare e per chiarire.

 

Il Centro Sociale nasce come Centro Anziani nel 2004 su iniziativa dell’Amministrazione Paravati.

 Per sette/otto anni, grazie all’impegno di tanti, uomini e donne, è stato l’UNICO spazio dove, TUTTI I GIORNI, ripetiamo, TUTTI I GIORNI, ANCHE NELLE FESTE RACCOMANDATE, i cittadini di questo paese  potevano incontrarsi, discutere, passare delle ore in compagnia.

Le cose fatte sono state tante. Alcune le vogliamo ricordare, perché le difficoltà dell’ultimo anno non possono cancellare quanto di buono invece è stato portato a compimento.

  • Molte volte sono stati organizzati momenti conviviali, allo scopo di agevolare la socializzazione, soprattutto in favore degli anziani e delle donne, riscuotendo sempre una  partecipazione diffusa.
  • Sono stati promossi incontri su gli argomenti più disparati (religione, medicina, lavoro, alimentazione, rifiuti, ecc. ecc.), per  animare la vita culturale e politica del paese, già così asfittica.
  • Sono state organizzate gite in varie località.
  • Sono stati realizzati laboratori di decoupage e di ricamo.
  • Con i prodotti di questi laboratori sono state allestite mostre.
  • È stata allestita una fiera del libro, allo scopo di far crescere il piacere della lettura, soprattutto tra i giovani.
  • Grazie alla disponibilità di Giovanni Russo, per primi abbiamo cercato di recuperare alla memoria il passato basiliano di Orsomarso.
  • In più occasioni sono stati organizzati incontri con autori di testi, che affrontavano problematiche diverse.
  • Con la partecipazione di Marcello Cozzi è stata offerta la possibilità di conoscere meglio LIBERA e di riflettere sul bisogno di legalità e sui rischi che la criminalità organizzata fa correre al territorio.
  • È stato allestito uno spettacolo teatrale (“Il marinaio” di Pessoa) con la Compagnia di Teatro Popolare di Praia a Mare.
  • Per sette anni il Centro Sociale si è adoperato per far conoscere il territorio del Parco del Pollino, promuovendo camminate per grandi e piccoli, per escursionisti e per famiglie, proiettando documentari.
  • Sono stati realizzati corsi d’informatica gratuiti.
  • È stata organizzata un’attività di cineforum, per familiarizzare con il linguaggio cinematografico
  • Ecc. ecc.

Tutto questo è stato possibile per la disponibilità ed il lavoro di tanti soci, come azione di puro volontariato e come servizio alla comunità.

La stessa organizzazione interna è stata animata da un grande spirito democratico.

 

È un peccato che il Sindaco, nel momento in cui disponeva lo sfratto dai locali di Piazza Municipio, per queste persone abbia trovato solo delle sbrigative frasi di circostanza.

Riguardo alle scelte fatte dall’Amministrazione,  qualche precisazione.

 Va detto con molta chiarezza  che  il Centro Sociale considera la Guardia Forestale una risorsa importante per il Comune. Soprattutto per questo Comune che ha nel territorio il suo valore aggiunto.

E  lo diciamo a ragione, avendo dedicato molte delle nostre iniziative per far conoscere il nostro ambiente e per valorizzarlo in modo intelligente e creativo.

Viene, quindi, giudicato maldestro il tentativo del Sindaco di voler creare una contrapposizione tra Associazioni e Corpo Forestale.

Contrapposizione che non c’è  e non ci deve essere.  Anche perché caserme ed associazioni si muovono su piani diversi e perseguono finalità diverse.

 Noi diciamo solo che non è compito del Comune farsi carico della logistica di istituzioni che dipendono dallo Stato o dalla Regione. (Anche perché su tutto il territorio di Orsomarso ricadente nel Parco avranno giurisdizione altre stazioni del C. F.). Diciamo che i locali di Piazza Municipio dovevano rimanere nell’area dei BENI COMUNI.

Tutto qua.

Un’ultima precisazione.

Il 27 agosto, in una lettera aperta il Sindaco scriveva:

“… non corrisponde assolutamente al vero quanto asserito nella lettera (quella speditagli dalle Associazioni  interessate), cioè di aver comunicato al Presidente del Centro Sociale che “AVREI” (sindaco) deciso di alloggiare gli uffici del C.F.S. ai locali attualmente assegnati al Centro Sociale e all’associazione Daolio…”

 

Il 23 settembre 2013 sempre il Sindaco ha scritto:

“… con la presente si comunica formalmente alle associazioni interessate di voler rimettere a disposizione della scrivente amministrazione i propri locali dell’immobile sito in Piazza Municipio sgombri da tutto ciò che è di V/s competenza entro il termine del 30.09.2013 ore d’ufficio, in forza dei suesposti motivi d’interesse pubblico (insediamento caserma C.F.S.), CON ESPRESSO AVVERTIMENTO CHE IN MANCANZA CI SI VEDRA’ COSTRETTI A PROCEDERE AD ESECUZIONE COATTIVA NELLE MODALITA’ PREVISTE DALLA LEGGE 241/90 EX ART. 21-TER COMMA 1”. (Il carattere maiuscolo è nostro).

Consentiteci di non fare commenti.

 

Vi ringraziamo per il sostegno che ci avete dimostrato in questi anni e chiediamo scusa per tutto quello che non siamo riusciti a fare.

A conclusione di un lungo viaggio, bisogna rivolgere un ringraziamento particolarmente sentito agli uomini ed alle donne, che in questi anni, con impegno e dedizione, hanno usato il loro tempo e le loro capacità per far funzionare il Centro Sociale e per farlo diventare un’opportunità per la nostra comunità.   

 

Centro Sociale

Orsomarso

Il Presidente

Annunci
Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

UNA CAMMINATA NEL PARCO DEL POLLINO – Serra di Crispo

Serra di Crispo

Serra di Crispo

IL CENTRO SOCIALE

Di Orsomarso propone

UNA CAMMINATA NEL PARCO

DEL POLLINO

Serra di Crispo

VENERDI’ 16.O8.2013

  • Partenza da Piazza Moro alle ore 7

  • Rientro per le  20.00 circa

  • Ogni partecipante provvederà in proprio al trasferimento a Piano di Ruggio ed al pranzo al sacco. Si consiglia una bottiglia d’acqua ed un abbigliamento adeguato.

  • Il Centro Sociale si propone solo come guida. Declina ogni responsabilità per eventuali danni a cose o persone.

Auguriamo a tutti i partecipanti di trascorre una giornata serena.

La Natura, sempre generosa, saprà regalarvi momenti di rara bellezza.

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

LETTERA APERTA AL SINDACO

La sede delle due associazioni

La sede delle due associazioni

LETTERA APERTA

 

Signor Sindaco Comune di

ORSOMARSO

 

 

            In una conversazione informale, Lei ha comunicato al Presidente del Centro Sociale che avrebbe deciso di alloggiare gli uffici del Corpo Forestale dello Stato dalla sede del Parco ai locali comunali attualmente assegnati al Centro Sociale e all’Associazione Augusto Daolio, in quanto il Comando Stazione di Orsomarso, non avendo più competenza nel territorio del Parco del Pollino, deve lasciare quella sede.

 

            I locali comunali occupati dalle nostre Associazioni sono stati concessi, con atto deliberativo n. 10 del 6/2/2008 del Commissario Straordinario, in applicazione della legge 383/2000, in quanto non utilizzati dal Comune  per finalità istituzionali ed in considerazione del fatto che le finalità delle due Associazioni “rientrano tutte  nell’ambito di quei principi tutelati dalla Costituzione Italiana e che, quindi rientrano in quelle attività istituzionali da perseguire dall’’Ente Comune proprio al fine di approntare ed accrescere l’interrelazione sociale, culturale e crescita del civico consesso”. Tanto si legge nella predetta delibera commissariale.

 

            Il settore dell’associazionismo infatti trova ampio e puntuale riscontro nello Statuto Comunale del quale a titolo esemplificativo riportiamo alcuni accenni:

Art. 2) riguardante le finalità del Comune, “…promozione delle attività culturali , sportive e del tempo libero della popolazione, con particolare riguardo alle attività di socializzazione giovanile e anziana”

“…sostegno e valorizzazione all’apporto costruttivo e responsabile del volontariato e delle libere associazioni…”

Art. 6 comma 1)–Programmazione  e cooperazione-“…il Comune persegue le proprie finalità attraverso gli strumenti della programmazione, della pubblicità e della trasparenza, avvalendosi dell’apporto delle formazioni sociali, economiche, sindacali, sportive e culturali operanti sul suo territorio…”

Art. 29 –Associazionismo) “…il Comune riconosce e promuove le forme di associazionismo presenti sul proprio territorio…”

 

            Il settore dell’associazionismo è presente nel Programma Amministrativo presentato in Consiglio Comunale laddove si parla di “Promozione Culturale e Tradizioni”.

 

            Il Centro Sociale, al cui interno annovera giovani e meno giovani, come Lei sa per avervi più volte partecipato, è sede di incontri e dibattiti su temi di interesse comuni che hanno suscitato sempre una buona partecipazione di pubblico. Ma è anche uno dei pochi luoghi dove si organizzano momenti ricreativi, laboratori di decoupage, corsi d’informatica, mostre di libri, cineforum, escursioni sul territorio; dove gli anziani possono ritrovarsi e stare in compagnia guardando la tv o giocando a carte.

 

            L’Associazione Augusto  Daolio, come Lei sa, ha allestito in forma permanente due importanti mostre: “Orsomarso tra Natura e Storia” e “Ricordi e Scoperte”. La prima curata per la parte storica da Giovanni Russo e per la parte fotografica da Pietro Rotondaro, ha il fine di suscitare l’interesse ad approfondire la conoscenza delle bellezze naturali, ambientali e storiche del nostro territorio. La seconda, raccolta di oggetti e utensili della tradizione contadina e del vecchio artigianato locale, vuole essere un viaggio nei ricordi per gli anziani, e una scoperta delle proprie radici e tradizioni per i giovani. Queste mostre sin dall’inizio hanno suscitato un crescente interesse, da circa un anno sono gestite anche dall’Associazione Culturale “La Peonia Peregrina” per essere visitate in tutti i periodi dell’anno da gruppi organizzate e scuole. La sala espositiva delle predette mostre, a seguito di sopralluogo di un incaricato della Provincia di Cosenza al quale partecipò anche Lei, è stata inserita nel sito della stessa Provincia alla voce” Musei in rete”. Ultimamente la sala espositiva è stata arricchita, a cura della Pro-Loco, che è entrata in collaborazione nella gestione della stessa sala, di altre tre mostre che riguardano, “I giochi del passato” “Personaggi del passato” “I Mestieri spariti” riprodotti in chiave umoristica a cura di Ivo Guaragna.

 

            Quanto sopra esposto dimostra di fatto che l’operato delle nostre Associazioni è parte integrante delle finalità dell’Ente Comune sancite nello Statuto Comunale. Riferimenti legislativi e regolamentari a parte, privare la nostra piccola comunità di un punto di confronto democratico e di promozione culturale (che, invece,  andrebbe incentivato), per fare posto alla Stazione Comando Forestale, rappresenterebbe una nota alquanto negativa.

 

            Il Comune non ha l’obbligo di  occuparsi della logistica del Corpo Forestale dello Stato, né questo fa parte delle sue competenze, né deve farlo a discapito delle proprie finalità, senza alcun ritorno di carattere economico e con un probabile aggravio di spese.

 

            Nel nostro caso, considerato che la Stazione Comando di Orsomarso non ha più competenza all’interno dell’area del Parco, quello che resta al di fuori e ben poca cosa per giustificare un intervento del Comune al di fuori dei propri doveri istituzionali.

 

            Pertanto chiediamo di non assumere decisioni che arrecherebbero solo danni alla già difficile vita sociale della nostra comunità. Se poi si vuole fare carta straccia dello Statuto Comunale e delle leggi, Lei e la Giunta Comunale, alla quale compete il potere di revocarci l’assegnazione dei locali per concederla al Corpo Forestale dello Stato, ve ne assumerete la responsabilità, ben sapendo che non si tratta affatto di un atto di normale amministrazione o di un atto dovuto.

 

 

Orsomarso, 9/8/2013

 

Centro Sociale

piazza Municipio

ORSOMARSO

 

Associazione di Promozione Sociale

“Augusto Daolio”

piazza Municipio

ORSOMARSO

 

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

1° RADUNO BANDISTICO ad ORSOMARSO – 10 agosto 2013

ANTONIETTA RUSSO020

PROGRAMMA

 

SABATO 10 AGOSTO 2013 DALLE ORE 19,OO INIZIERANNO A SFILARE LE BANDE MUSICALI:

 

1) BANDA MUSICALE DI DIAMANTE PARTIRÀ’ DA VIA

GUARAGNA, NEI PRESSI DELLA STAZIONE

CARABINIERI, ALLA VOLTA DI VIA PORTA LA TERRA FINO

A PIAZZA MUNICIPIO.

 

2) BANDA MUSICALE DI ORSOMARSO PARTIRÀ’ DALLA

MADONNINA E PERCORRERÀ’ VIA ZICCARELLI FINO A

PIAZZA MUNICIPIO.

 

3) BANDA MUSICALE DI SANTA MARIA DEL CEDRO

PARTIRÀ’ DA PIAZZA ALDO MORO ALLA VOLTA DI VIA S.

CROCE E POI SEGUIRÀ’ PER VIA ARGENTINA FINO A

RAGGIUNGERE PIAZZA MUNICIPIO.

 

4) BANDA MUSICALE DI VERBICARO PARTIRÀ’ DA

PIAZZA ALDO MORO ALLA VOLTA DI CORSO VITTORIO

EMANUELE, E VIA ROMA FINO A RAGGIUNGERE PIAZZA

MUNICIPIO.

 

DALLE ORE 22,00 IN POI LE BANDE MUSICALI SI

ALTERNERANNO AD ESEGUIRE DEI CONCERTI IN PIAZZA

MUNICIPIO. E LA SERATA SI CONCLUDERÀ’ CON UN

CONCERTONE GENERALE DELLE BANDE CHE ESEGUIRANNO TUTTI INSIEME DEI BRANI DI MUSICA SINFONIC

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Siamo nella merda. Ascoltate

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

E’ nata Paola la sedicesima in casa Anania La superfamiglia di Catanzaro cresce ancora

La famiglia Anania al completo

La famiglia Anania al completo

E’ nata nel giorno di san Pietro e Paolo alle 5:20 del mattino la piccola Paola, un giorno perfetto che costituisce il regalo migliore per i genitori Aurelio e Rita Anania che in questo modo festeggiano l’arrivo della loro 16esima figlia. Mamma Rita e la piccola Paola stanno bene, il parto è andato in modo perfetto per una esperienza più che collaudata per la signora Rita che ha vissuto la gioia di dare la vita per altre 15 volte prima di Paola. Ad aspettare l’ultima arrivata in ordine di tempo, oltre ai genitori Aurelia e Rita c’erano Marta, Priscilla, Luca, Maria, Giacomo, Lucia, Giuditta, Felicita, Elia, Beatrice, Benedetto, Giovanni, Salvatore, Bruno e Domitilla.

Grande felicità dunque in famiglia: «Siamo grati a Dio – ha affermato a tal proposito il padre Aurelio – per questo dono straordinario e, in generale, per il dono della vita che è una scoperta sempre nuova. Nonostante sia il sedicesimo figlio, l’emozione e la preoccupazione sono rimaste intatte come fosse la prima volta. Siamo felicissimi per questa nuova nascita e continueremo nel nostro cammino spirituale mossi dalla volontà di impartire ai nostri figli l’insegnamento della fede cristiana».

La famiglia Anania

La famiglia Anania

Quella di Aurelio e Rita è una storia di amore, dedizione, fiducia, coraggio, condivisione e soprattutto di grande Fede. Vivono in una villetta a pochi chilometri a sud del centro storico di Catanzaro assieme ai loro oggi 16 figli: Marta 18 anni, Priscilla 17, Luca 15, Maria 14, Giacomo 13, Lucia 12, Felicita 11, Elia 8, Beatrice 7, Benedetto 6, Giovanni 5, Salvatore 4, Bruno 3, Domitilla che compirà due anni ad agosto. Una vita fatta di amore e di soddisfazioni: «Come quelle che mi danno i ragazzi disse a suo tempo mamma Rita – con i bei risultati raggiunti a scuola». Dieci anni fa i figli erano otto. Ora, con l’arrivo di Paola, sono raddoppiati: «Non smetteremo mai di ringraziare il Signore per quello che ci ha dato».

Di TERESA ALOI

Da ilquotidianodellacalabria.it

Foto web

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Scandalo Rifiuti: Scopelliti emette un’ordinanza folle. Calabria vergogna d’Europa.

Emergenza rifiuti in Calabria

Emergenza rifiuti in Calabria

Un atto storico, una vergogna continentale: Scopelliti emette un’ordinanza con cui autorizza l’abbancamento di rifiuti direttamente in discarica senza alcun trattamento.

Il Governatore riesce in pochi mesi a fare peggio del Commissario all’Emergenza, autorizzando per decreto un disastro sanitario ed ambientale, facendo saltare la Calabria indietro di cinquant’anni in una sola mattinata.

Il decreto viola le più basilari norme in materia di tutela ambientale e sanitaria nazionali ed europee, viola l’intelligenza e la dignità dei calabresi e causerà ingentissime multe nei confronti delle istituzioni pubbliche che Scopelliti non pagherà di tasca sua, ma pagherà con i soldi dei cittadini.

Un’ordinanza incivile degna di una giunta regionale preistorica e di un consiglio regionale mummificato, maggioranza ed opposizione, il quale non solo non è in grado di risolvere i problemi, ma non è neanche in grado di restare nei limiti della decenza.

Avvieremo tutte le attività possibili per fermare questo disastro, ci appelliamo a tutti gli enti di controllo, alle Procure della Repubblica ed a tutte le forze pubbliche il cui dovere è quello di preservare la salute dei cittadini, affinché si assumano la responsabilità di impedire l’esecuzione di questa ordinanza.

È ormai evidente che la reale urgenza della Calabria è staccare la spina a questa giunta regionale, la quale resterà nella storia per questo provvedimento, come per il criminale piano di rientro con cui ha negato il diritto alla salute ai calabresi.

Movimento TERRA e POPOLO – Rossano

Foto web

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Comunicato Stampa Conferenza sullo sviluppo eco-sostenibile dei Monti dell’Orsomarso Sabato 18 maggio alle ore 17.00 presso il centro sociale di Orsomarso. All’incontro parteciperà l’Eurodeputato On. Mario Pirillo

La valle dell'Argentino

La valle dell’Argentino

 

Natura, tradizioni e sviluppo eco-sostenibile del territorio dei monti dell’Orsomarso è il titolo della conferenza che l’amministrazione comunale,  insieme alla società cooperativa Humanitas di Scalea, presieduta dal Dott. Carmelo Leo, ha organizzato per sabato 18 maggio alle ore 17.00, presso la sede del centro sociale di Orsomarso in piazza municipio. All’incontro, moderato dal consigliere comunale con delega alle attività produttive, Antonio Pappaterra, oltre ai Saluti del Sindaco, la dott.ssa Paola Candia e del presidente del Centro Sociale, Prof. Cosma di Leone, sono previsti gli interventi del dott. Carmelo Leo, Presidente della cooperativa Humanitas  di Scalea, del dott. Antonio Marfella dell’Istituto Tumori Fondazione G.Pascale, dell’arch. Riccardo Benvenuto, presidente della Comunità Montana Alto Tirreno Appennino Paolano e dell’Euro-Deputato on. Mario Pirillo, membro del comitato per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare europea a Bruxelles. Al centro del dibattito vi saranno le prospettive legate alla nuova programmazione europea dei fondi comunitari del comparto della forestazione produttiva e delle opportunità promosse  dal programma Natura 2000 sullo sfruttamento del sotto-bosco a favore della ricerca scientifica e la medicina, oltre che delle risorse acquifere.

 

Per la stampa

Antonio Pappaterra

 

 

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Oggetto luminoso cade dal cielo in fiamme bosco nel Cosentino

alba3

Un oggetto luminoso, per come descritto da alcuni testimoni, sarebbe caduto dal cielo a San Giorgio Albanese provocando l’incendio di una zona impervia di un bosco. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno dato il via alle manovre per spegnere le fiamme. Nel frattempo sono stati avviati gli accertamenti per comprendere l’accaduto

SAN GIORGIO ALBANESE (CS) – Un oggetto luminoso è caduto dal cielo su una collina in località Colucci di San Giorgio Albanese provocando l’incendio di un piccolo bosco. Alcune persone residenti nella zona hanno visto una scia luminosa in cielo ed un oggetto che stava cadendo ed hanno allertato i vigili del fuoco diCosenza. Nella zona dove è caduto l’oggetto, particolarmente impervia, si è rapidamente sviluppato un incendio. Sul posto è intervenuta una squadra dei vigili del fuoco di Rossano (Cosenza) che sta provvedendo a spegnere le fiamme.   Sono in corso gli accertamenti per individuare l’oggetto caduto dal cielo descritto da alcuni testimoni. Non è escluso, secondo la descrizione fatta dai testimoni, che possa trattarsi di un frammento di meteorite.

Da il quotidianodellacalabria.it

Foto web

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Vieni ai campi estivi di Amnesty?

Campi estivi con Amnesty

Campi estivi con Amnesty

Dopo l’importante successo dello scorso anno, stiamo organizzando i campi estivi 2013 : un’occasione unica per conciliare svago e riflessione.

Dall’Emilia Romagna all’Umbria, giovani e giovanissimi potranno approfondire temi e metodi di lotta per i diritti umani; mentre per i cinefili l’appuntamento è al Festival di Giffoni, in Campania.

Infine il campeggio nella bellissima Lampedusa, rivolto a donne e uomini a partire dai 18 anni.

Campi diversi, in luoghi diversi, pensati per diverse fasce d’età, ma con un unico filo conduttore: percorsi di approfondimento dei diritti umani e degli strumenti per realizzarli.

Laboratori, giochi, esperienze, incontri per chiunque voglia vedere la realtà con i propri occhi e su quella realtà voglia incidere, contribuendo così a costruire una solida cultura dei diritti umani, in un clima di vacanza e di condivisione.

Vieni a uno dei nostri campi
 .


Se conosci ragazzi e ragazze interessati, segnala i campi di Amnesty 
!

Ti aspettiamo

Carlotta Sami 
Direttrice generale
Amnesty International Italia

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Blog su WordPress.com.